stemma
 

Seguici su facebookTwitter

AVVISI IN EVIDENZA

Screenshot 2024 03 08 at 08 41 06 Microsoft Word avviso contribuenti sito comune Avviso per pagamento Tari 2024.pdf

APPUNTAMENTI

    app appuntamenti

www.fiscolocale.it - In Allestimento

 

TRIBUTI

tributi

CONTATTI AVVOCATURA

avvocatura

Si pregano i Sigg.ri Avvocati, che necessitino di prendere contatti con l’Avvocatura del Comune di
Casoria, di voler contattare telefonicamente:
Ufficio Avvocatura - SIG.RA MARIA GUARINO 081/7053251
dal Lunedì al Giovedì dalle 9.00 alle 13.00
Indicando, preferibilmente, Nome, Cognome, motivo della richiesta, eventuali particolari urgenze,
recapito telefonico, email cui poter essere ricontattati.

BUONI LIBRO

wall

Turismo casoria

turismo

Turismo Casoria è il sito del turismo di Casoria. Troverai tutte le informazioni sui luoghi e le attrazioni da visitare per scoprire al meglio la città, potrai seguire il virtual tour, muovendoti su una cartina della città, dotata di immagini in legenda per i siti di interesse storico da raggiungere.

FORUM GIOVANI

forumgiovani

AMBITO TERRITORIALE

forumgiovani

 

CONSULTA DISABILI

consulta

GESTIONE RIFIUTI

trasparenza banner BLU 180x75

Domande “sospese” per discordanza nucleo familiare tra quanto dichiarato in dsu e i dati presenti nell’anagrafe nazionale popolazione residente (ANPR)

Per tutte le domande di Assegno di Inclusione (ADI) si tiene conto, in fase istruttoria, dell’esito delle verifiche effettuate confrontando il nucleo familiare auto dichiarato in DSU e quello risultante nelle banche dati dell’Anagrafe della Popolazione Residente (ANPR).

Pertanto, nel caso in cui da tale confronto emerga una qualunque discordanza sulla composizione del nucleo, la domanda di ADI viene  posta automaticamente in “sospensione”, al fine di consentire alle sedi territoriali competenti l’accertamento dell’effettiva veridicità del nucleo medesimo.

Infatti vi sono delle eccezioni che fanno sì che i componenti dei nuclei familiari ai fini ISEE, in alcune ipotesi, non coincidano con quelli risultanti dallo stato di famiglia del dichiarante della DSU (art. 3 del DPCM n. 159 del 2013 ed art. 2 comma 6 del decreto-legge 4 maggio 2023, n. 48 convertito, con modificazioni, dalla legge 3 luglio 2023, n. 85) e, sebbene discordanti rispetto alle risultanze di ANPR, sono da ritenere coretti.

Sarà, dunque, onere della Sede Inps competente accertare la correttezza di quanto  auto dichiarato nella DSU. Ciò deve avvenire in base alle norme generali in materia di autocertificazione e nel rispetto delle regole eccezionali e derogatorie che disciplinano il nucleo ai fini ISEE che, in via esclusiva, non consentono di far riferimento alla composizione del nucleo presente in anagrafe nazionale della popolazione residente (cfr. parr. da 1.1.1 a 1.1.10, parte 2 delle Istruzioni alla compilazione della DSU, FAQ ISEE presenti nel portale ISEE).

All’esito delle verifiche l’operatore potrà, pertanto, confermare la discordanza sul sistema ISEE, e porre la domanda ADI in respinta ovvero, nel  caso in cui, invece, dall’accertamento risulti, nonostante la discordanza con ANPR, la veridicità del nucleo (ai fini ISEE), potrà utilizzare la funzione di annullamento della  “sospensione”, consentendo il completamento favorevole dell’istruttoria.

Le domande assoggettate al controllo preventivo saranno comunque automaticamente elaborate, decorsi 60 giorni dall’inizio della sospensione, in assenza di conferma della discordanza da parte dell’operatore di sede.

Ulteriori motivi di “sospensione” della domanda sono disciplinate dall’articolo 4 commi 6 e dai commi 7, e 8 dello stesso articolo del decreto del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali 13 dicembre 2023, n.154.

Si tratta, per lo più:

-         delle verifiche che INPS sottopone ai Comuni in relazione ai controlli anagrafici per i quali non abbia un esito certo dall’elaborazione dei propri archivi e di quello dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (ANPR)  e per i quali, qualora l’esito delle verifiche non venga comunicato entro 60 giorni dalla comunicazione da parte dell’ Istituto, INPS procederà ad accogliere  la richiesta;

-         delle verifiche delle attestazioni di svantaggio rilasciate dal Comune o dai servizi sanitari ovvero dell’inserimento in programmi di cura e assistenza a titolarità dei comuni o delle Strutture sanitarie, nelle quali sia stato auto- dichiarato il possesso ai sensi del comma 4 dell’articolo 4 sopra richiamato  e per le quali , in assenza di riscontro entro sessanta giorni dalla comunicazione da parte dell’INPS, INPS procede ad accogliere la richiesta.

SI RINGRAZIA PER LA COLLABORAZIONE
 
IL DIRIGENTE 
DOTT. ANTONIO CHIANESE

ALTRI ARGOMENTI